ECLISSI DI SOLE PRENATALE
IL SUO SIGNIFICATO NEL GRAFICO DI NASCITA

L’eclissi di Sole porta con sé un simbolismo mistico ed esoterico molto complesso, che in base alla tradizione culturale a cui ci rivolgiamo cambia di significato. In grande sintesi per molte culture antiche, l’eclissi rappresentava un momento di turbamento e sconcerto; personalmente preferisco vederla nell’ottica di certe tradizioni più ottimistiche, dove per esempio nell’eclissi di Sole è simboleggiato l’incontro amoroso con la Luna; e ad ogni atto di amore, viene creata nuova vita. L’eclissi prenatale è in certe tradizioni esoteriche considerata il momento in cui le anime ritornano ad incarnarsi sulla terra, con una missione precisa per ognuna.

L’eclissi di sole che precede il nostro momento di nascita è in una visione esoterica e spirituale il momento in cui il nostro spirito passionale ritorna sul piano terrestre, in attesa di incarnarsi e di venire nuovamente al mondo. Lo studio dell’Eclissi Prenatale di Sole è un po’ come studiare i nodi lunari, ovvero ci offre un’osservazione karmica sul senso del nostro “ritornare” sul Pianeta Terra.

Il segno zodiaclae che occupa l’Eclissi di Sole Prenatale ci informa circa la nostra missione, ovvero perché siamo ritornati sulla Terra. La casa zodiacale che occupa l’Eclissi ci informa quali tipi di realtà saremo portati a incontrare nella nostra missione karmica.

Gli aspetti che l’Eclissi di Sole Prenatale forma con il grafico possono informaci circa le sfide che la nostra missione dovrà incontrare (opposizione), nonché tutto ciò che impedisce alla nostra missione di essere elargita, a causa di condizionamenti ambientali esterni-interni (quadratura); mentre nella congiunzione tra Eclissi Prenatale di Sole e Pianeta genetliaco la nostra missione karmica sarà ulteriormente valorizzata e potenziata dal simbolo coinvolto; per concludere gli aspetti armonici (semisestile, sestile, ma in particolare trigono) ci rivelano la nostra capacità nel percepire questa missione e nel saperla elargire. Importante il quinconce, che quando presente può indicarci una missione karmica che può rivolgersi contro noi stessi o specificamente per noi stessi.

Vediamo in grandi linee i significati che ho raccolto della posizione dell’Eclissi di Sole Prenatale, anche grazie alla consultazione di autorevoli astrologi – specialmente americani – nei loro relativi approfondimenti su questo argomento (PER CONOSCERE LA POSIZIONE DELLA TUA ECLISSI SOLARE PRENATALE consulta i grafici di libero accesso offerti dai servizi di Astrodienst, oppure contatta il tuo astrologo di fiducia).

SEGNO DELL’ECLISSI PRENATALE
E CASA ZODIACALE DELL’ECLISSI PRENATALE

IN ARIETE – siamo dotati di coraggio ed eroismo nei confronti delle proprie azioni e decisioni, siamo chiamati a insegnare agli altri l’importanza dell’avere coraggio delle proprie idee e delle proprie scelte.
IN CASA UNO – siamo portati a incontrare persone sfiduciate, amareggiate, incapaci di prendere scelte, non autosufficienti, bisognose di imparare attraverso la nostra esistenza l’arte di avere coraggio.

IN TORO – siamo dotati di principi morali, siamo concreti, resistenti, stabili, ordinati, capaci nel gestire le riosrse in nostro possesso, siamo caratterizzati da astuzia e capacità di discernimento, siamo sicuri.
IN CASA DUE – siamo portati a incontrare persone instabili, fragili, inaffidabili e inattendibili, persone superficiali saranno attratte dal nostro carisma, dobbiamo insegnare a loro la capacità di essere credibili.

IN GEMELLI – siamo dotati di grandi doti comunicative e relazionali, sappiamo muoverci all’interno delle reti sociali con stile e intelligenza, abbiamo padronanza di una conoscenza allegra e dinamica.
IN CASA TRE – siamo portati a incontrare soggetti che attraverso di noi impareranno l’arte del comunicare, potremmo avere a che fare con persone con difficoltà a socializzare dal punto di vista comunicativo.

IN CANCRO – abbiamo un grande dono, quello di saper proteggere gli altri, accogliendoli nel nostro sentimento con materna disponibilità, siamo emotivi, sensibili, sicuri del nostro sentimento.
IN QUARTA CASA – potremmo essere predisposti a relazioanarci a persone inquinate emotivamente, che hanno un disperato bisogno di accoglienza e protezione, fragili emotivamente e incerte nei loro sentimenti.

IN LEONE – qui l’amore si traduce in ardore e passione, siamo caratterizzati da un grande slancio passionale, che si traduce in eroticità, calore, siamo devote e inclini all’amore spassionato e vitalizzante.
IN QUINTA CASA – verso di noi potrebbero arrivare individui incapaci di amare, facilmente vittime dell’orgoglio e della gelosia, costoro dovranno imparare attraverso di noi la capacità di lasciarsi andare al perdono (di sé stessi e degli altri).

IN VERGINE – abbiamo il dono del discernimento, grandi sono i nostri talenti di analisi e di calcolo mentale, questo ci rende stabili, progettuali, capaci di programmare un futuro e di realizzarlo in modo concreto.
IN SESTA CASA – potremmo essere predisposti ad incontrare persone vittime di illusioni, estorsioni e truffe, persone che hanno bisogno di conoscere attraverso di noi la capacità di curare i dettagli e il  discernimento.

IN BILANCIA – grandi sono le doti con cui nasciamo, principalmente queste sono due: armonia ed equilibrio; una particolare e carismatica raffinatezza ci contraddistingue qualità che indirizziamo nelle relazioni.
IN SETTIMA CASA – qui siamo portati ad attrarre persone profondamente radicate e attaccate ai sentimenti del possesso, persone vittime degli altri, che attraverso noi esigono di imparare l’arte della misura.

IN SCORPIONE – si è dotati di carisma guaritore, siamo dotati di grandi capacità di penetrare la mente e l’oscurità altrui, comprendiamo chi ci è intorno anche solo guardando. Siamo come luce per le falene.
IN OTTAVA CASA – verso di noi arriveranno persone estremamente fragili, con profondi turbamenti interiori, suggestionabili, raccapriccianti, che cercano attraverso i nostri doni karmici una guarigione.

IN SAGITTARIO – la nostra anima si è incarnata con una nobile consapevolezza del tutto, siamo elevati spiritualmente e riconosciamo in ogni cosa un filo conduttore che ci collega all’Universo.
IN NONA CASA – potremmo essere portati a incontrare soggetti bigotti e saturi di pregiudizio, dobbiamo attraverso i doni che l’Eclissi Solare Prenatale ci ha conferito liberarle dai loro demoni interiori.

IN CAPRICORNO – siamo dotati di grandi capacità di affermazione e realizzazione, potremmo realizzare noi stessi anche dopo lunghe ed estenuanti fatiche, che però trasmettono agli altri un sentimento eroico.
IN DECIMA CASA – potremmo essere predisposti a incontrare persone che non riescono a realizzarsi, inconcludenti o che tendono ad arrendersi. Essi si ispireranno a noi per il superamento dei loro limiti.

IN AQUARIO – siamo frizzanti, liberi, sopra le righe, ma lo siamo con eleganza, spirito e intelligenza, il nostro amore è libero e incondizionato, abbraccia tutti, siamo creatori di ponti e alleanze, strategici e vincenti.
IN UNDICESIMA CASA – potremmo incontrare soggetti che tendono ad attaccarsi alla convenzionalità, attraverso di noi questi individui devono conoscere la bellezza della libertà dei propri pensieri rilegati.

IN PESCI – siamo nati con il dono della trascendenza, il nostro intuito è psichico ma anche spirituale, riusciamo a trasformare le cose donando ad esse una nuova luce. Noi produciamo nuovi verbi.
IN DODICESIMA CASA – potremmo essere avvicinati da soggetti razionali e bloccati nella sola percezione dei sensi organici, il nostro Essere aiuterà costoro a trascenedre le certezze, la fede, la ragione, verso una nuova luce interiore.

 

Nel grafico che segue vediamo l’Eclissi Prenatale di Sole di Gandhi. Notiamo dal grafico una importante sollecitazione di questo punto del grafico dovuta alla congiunzione dell’Eclissi Prenatale di Sole con la Luna. Dall’Eclissi parte un grande trigono di Fuoco che coinvolge Saturno e Nettuno retrogrado; e un quadrato a T formato da Marte Venere Giove retrogrado Plutone retrogrado.

Intanto, l’Eclissi Prenatale di Sole di Gandhi è nel segno del LEONE il che traduce un individuo che nasce con una grande capacità di amore passionale, ardente, vitale, Gandhi è pervaso dalla missione dell’Amore fecondo, che nella sua vita ha incarnato e divulgato attraverso la spiritualità, il che rievoca di molto il concetto dell’erotismo-spirituale, ovvero essere produttivi attraverso lo spirito, fecondi e fertili spiritualmente. L’Eclissi è in Casa Dieci: questo porta ad attrarre persone che non si sentono realizzate da sé stesse o dai sistemi in cui vivono, persone bisognose di credere a qualcuno, o di ispirarsi a qualcuno di elevato, che è arrivato ad una sua culminazione in questo caso legata alla simbologia leonina, passione ardore per la vita, una passione che dunque non lascia spazio all’arresa, alla demoralizzazione di fronte le sfide dell’esistenza. Le persone che si avvicinano o che si sono avvicinate a Gandhi lo hanno fatto, leggendolo dal punto di vista dell’Eclissi Solare Prenatale, per un viscerale bisogno di ispirazione finalizzato al superamento di tutti quei limiti esistenziali che impediscono il “credere” con ottimismo al domani, alla vita e alle risorse che essa offre.

La simbologia zodiacale attivata dall’Eclissi Solare Prenatale diventa in un certo senso “spiritualizzata e karmica”. Il segno Leone di solito considerato segno “eroico”, intraprendente e violento in certe disamine, ovvero pervaso da una cosi forte voglia di vivere che non accetta limiti alcuni pronto a divorarli, diventa in questo caso un simbolo zodiacale “armonizzato” dal suo valore karmico e spirituale; così Gandhi ricordato come Padre della “non violenza” incarna perfettamente la simbologia del Leone vista nella simbologia dell’Eclissi Prenatale di Sole.

Nasce in una famiglia benestante, il padre fu ministro del principe Rajkot: questo fatto è in analogia alla simbologia del Leone, matrice zodiacale che incontriamo nella seconda parte della Casa Dieci Governata dal Sole in Dodicesima; nonostante il benessere in cui nasce si dedica allo spirito e alla spiritualità; lo fa però dopo una esperienza tipica da “decima casa”, ovvero lo svolgimento di un lavoro importante e autorevole, in qualità di consulente legale di una ditta indiana, nel suo pieno periodo di realizzazione professionale e individuale. Qui però incontra una realtà terribile fatta di immigrati indiani, vittime del razzismo e delle violenze da parte dell’autorità. Qualcosa in lui cambia, e comincia a interessarsi alla lotta politica, si impegna per il riconoscimento dei diritti dei suoi compatrioti e lancia il suo metodo di lotta non violenta, denominato Satyagraha. Arriva così all’uguglianza sociale e politica tramite la ribellione pacifica.

Non un “santone” quindi, ma un “professionista” competente, astuto, concreto, in rispetto al Luogo Dieci governato dalla Luna in congiunzione all’Eclissi Lunare Prenatale, il suo messaggio è convincente e raduna seguaci in tutto il mondo che si ispirano a lui, per il suo messaggio di pace e di non violenza.

Il suo messaggio non violento è visibile nel grande trigono di Fuoco composto da Eclissi Lunare PN, Saturno, Nettuno retrogrado, dove abbiamo il coinvolgimento della casa Dieci (luogo in cui esprime il suo ruolo, con autorità morale, spirituale, intellettiva, nel suo messaggio di ribellione pacifica); della casa Due (dove troviamo il potere governativo, Saturno, che opprime i deboli e chi ha meno nella più totale povertà, i poveri che vengono logorati oltre la loro condizione già disadattata e grave); e della casa Sei (dove troviamo Nettuno retrogrado, in cui ci vedo il sentimento di cura e di aiuto che Gandhi con le sue azioni intendeva offrire a tutti i perseguitati).

Molti si opposero alla sua opera, l’Eclissi Solare PN è in quadratura a Venere Marte Giove Plutone, tutti simboli tra loro in opposizione; attira su di se invidie, gelosie, ma anche nervosismi da parte delle autorità; la voce di Gandhi arrivò ovunque, a tal punto che fu assassinato da un fanatico, sconfitto dal suo fanatismo e dalla sua gelosia per l’incredibile successo “spirituale” che Gandhi riusci ad ottenere.